Edilizia Scolastica per tutti

Scuole Innovative

Si è appena conclusa la procedura per la realizzazione di oltre 50 edifici di nuova costruzione che siano innovativi dal punto di vista architettonico, impiantistico, dell’efficienza energetica della sicurezza sismica e strutturale. Le risorse sono i 300 milioni di € stanziati nella Legge 107/2015.

Tali edifici dovranno anche rappresentare innovazione negli ambienti d’apprendimento e dovranno essere aperti al territorio in cui sorgono. Le modalità di realizzazione di queste scuole saranno anch’esse innovative. Come primo passo le Regioni, interrogati gli enti locali, hanno individuato e proposto al MIUR da una a cinque aree su cui costruire una scuola innovativa tenendo conto di una serie di criteri previsti dal MIUR [link: Decreto del MIUR del 7/08/2015] sull’ampiezza del bacino sociale, sulla disponibilità di trasporto pubblico, sull’apertura al territorio, sull’innovatività del progetto didattico e altre. I criteri sono:

  • Realizzazione di ambienti didattici innovativi;
  • Sostenibilità ambientale, energetica ed economica, cioè rapidità di costruzione, riciclabilità dei componenti e dei materiali di base, alte prestazioni energetiche, utilizzo di fonti rinnovabili, facilità di manutenzione;
  • Presenza di spazi verdi fruibili;
  • Relazione con l’ambiente naturale, il paesaggio e il contesto di riferimento anche in funzione didattica;
  • Apertura della scuola al territorio perché la scuola deve diventare un luogo di riferimento per la comunità;
  • Permeabilità e flessibilità degli spazi;
  • Attrattività degli spazi per contrastare la dispersione scolastica;
  • Concezione dell’edificio come strumento educativo finalizzato allo sviluppo delle competenze sia tecniche che sensoriali;
  • Presenza di spazi per la collaborazione professionale e il lavoro individuale dei docenti;
  • Presenza di spazi dedicati alla ricerca, alla lettura e alla documentazione;
  • Concezione e ideazione degli spazi nell’ottica del benessere individuale e della socialità.

Per ogni area su cui sarà realizzata una scuola innovativa verranno scelti un primo, un secondo e un terzo classificato, cui sarà rispettivamente riconosciuto un premio di 25 mila euro, 10 mila euro e 5 mila euro. Il MIUR successivamente potrà mettere a disposizione degli Enti locali richiedenti le idee premiate per consentire l’eventuale affidamento dei successivi livelli di progettazione. Per la pubblicazione del Bando e l’indizione del Concorso di idee per la progettazione delle scuole innovative, è stato predisposto un apposito portale www.scuoleinnovative.it contenete una ampia documentazione sull’innovazione degli ambienti di apprendimento in Italia e nel mondo e contenente l’apposita procedura informatica per gestione online del concorso di idee. Parallelamente a questo concorso, e sempre mediante il medesimo portale, sono stati coinvolti nella progettazione anche i ragazzi e i bambini che frequentano le scuole innovative.